La mia formazione culturale e professionale è la naturale conseguenza della mia infanzia, i miei viaggi, ma soprattutto la grande amicizia che mi lega allo chef Alfonso Iaccarino.

A lui devo la mia passione per la buona tavola, la curiosità di scoprire luoghi, profumi e sapori, il desiderio continuo di vivere esperienze sensoriali ed edonistiche che nutrono lo spirito attraverso una cucina che coniuga stile e evoluzione. Amo errare per cucine stellate, ma anche trattorie che preservano le radici e le ricette della memoria.

Ho così fondato il mio sito corteseway, presentato nella splendida corte cinquecentesca dell’hotel Piazza bellini, nel centro storico di Napoli, dove ho colto anche l’occasione di togliere il velo al mio presepe degli Chef, il primo e unico al mondo con i cuochi italiani più importanti abbinati per la prima volta all’arte presepiale.

Esperienze che racconto periodicamente su riviste di settore come DissaporeLucianopignataro wineblog, il prestigioso magazine svedese Fool, il papero giallo di Stefano Bonilli, inventore delle guide del Gambero Rosso e del canale tematico su Sky, con il quale nel 2011 fondai il progetto editoriale gazzetta gastronomica.

Sempre col fine di diffondere la cultura gastronomica ho organizzato eventi di interesse internazionale.

L’esordio dieci anni fa nella mia casa di campagna, per tanti uno spartiacque nel mondo della pizza, avendo riunito pizzaioli del calibro di Enzo Coccia, Gino Sorbillo e un allora sconosciuto Franco Pepe con chef stellati come Alfonso Iaccarino e Francesco Sposito, nonché critici gastronomici, tra i quali Luigi Cremona e Stefano Bonilli. Proprio con Bonilli avrei dato vita a tre kermesse determinanti sul panorama food: una “due giorni” alla scoperta delle eccellenze dell’alto casertano insieme al compianto e grande amico Luciano Di Meo, ‘A pasta a Gragnano e ‘A pizza a Vico Equense, con la benedizione del fondatore di Slow Food, Carlo Petrini.

Con l’amico Luciano Pignataro, invece, abbiamo messo in piedi un importante convegno sulla cottura della pizza napoletana e, per il Consorzio della Pasta di Gragnano, oltre alla tradizionale festa della pasta tre edizioni di Pasta in Spiaggia.

 

Tra le iniziative che mi onoro di aver rappresentato, non posso non citare la presentazione, a Napoli, dei due progetti editoriali del grande chef Massimo BotturaVieni in Italia con me e Il Pane è Oro, e a Castel di Sangro un forum sulla sana alimentazione con il presidente del Calcio Napoli, Aurelio De Laurentiis.

Ho trovato anche il tempo di scrivere il mio primo libro, Tre meno meno, un diario di bordo presentato in una affollata sala dell’hotel Parker’s di Napoli, in compagnai di tanti amici ristoratori e pizzaioli.

Dal 2016 al 2019 ho arricchito la mia esperienza professionale con l’importante incarico di direttore del Consorzio di Tutela della Pasta di Gragnano IGP, per poi entrare nella compagine societaria di Vitigno Italia, una delle kermesse vitivinicole italiane di maggiore successo, non rinunciando mai alle mie consulenze di successo, dalle pizzerie 50 kalò, del Gruppo Fresco, Daniele Gourmet di Avellino, passando per il San Pietro Bistrot del Mare, magnifico ristorante di pesce sul mare di Torre del Greco, se non una delle migliori trattorie napoletane, Ieri, Oggi, Domani, nonché una delle migliori steak house napoletane fra il Vomero e Posillipo, Meatin’ Cuoco e Carbone, gestendo poi la comunicazione come ufficio stampa per il complesso turistico Le Axidie di Vico Equense per l’importante manifestazione velica Rolex Cup.

Per ultimo, a dicembre 2023, in collaborazione con il mio team di professionisti, un riuscitissimo restyling del locale Ieri Oggi Domani.

Entra in contatto con me

Un supporto professionale e una consulenza completa a 360°